Matemat-I-care

La Bottega della Matematica

Edizioni

I Laboratori 2019 – Sulmona e Napoli

Immaginate di entrare per tre giorni in un bottega dove con carta, spaghi, forbici, stecchini, cannucce, elastici e altri materiali di recupero si possa dare forma alla Matematica.

L’artigiano è considerato sin dall’età arcaica un demiurgo, soggetto che opera nell’interesse della gente comune, dei cittadini che non sono in possesso di quella forma di sapere specifico. Dotato di abilità manuale, esercizio ed esperienza, è capace di ‘fare’, nel senso di produrre qualcosa. L’artigiano è colui che, senza perdere i contatti con l’ambito concreto della produzione materiale, sviluppa, per così dire in parallelo, il significato di un’abilità, di una efficacia operativa che la pone ai confini tra esperienza, sapienza e astuzia tecnica

Perché proprio “artigiani della matematica” dovrebbero essere gli insegnanti, motivati e professionalmente preparati, capaci di progettare situazioni di apprendimento accattivanti e formative ad ogni livello scolare. Insegnanti convinti che “fare matematica” sia bello e divertente.

Le conoscenze acquisite devono necessariamente diventare “competenze”, in modo che gli alunni siano capaci di servirsene al di fuori del contesto scolastico, evitando così modi di apprendere privi di una vera comprensione dei contenuti. La competenza è legata alla capacità di usare consapevolmente ed efficacemente le conoscenze in rapporto a contesti significativi, che riguardano soprattutto la risoluzione di problemi.

La Bottega della Matematica prevede 4 laboratori paralleli:

  • Problem solving nel Curricolo verticale di Matematica con Fabio Brunelli
  • L’Early Algebra e il Progetto ArAl  con Giancarlo Navarra e Elena Marangoni: Centralità del pensiero relazionale nella costruzione di un curricolo matematico verticale dai 5 ai 14 anni
  • Varia o non varia? Questo è il problema!  con Antonella Castellini e Alfia Lucia Fazzino
  • Basta un foglio per fare Matematica con Gabriella Romano e Gemma Gallino

Programma

Venerdì

15.00

Registrazione dei partecipanti
Presentazione del corso
Divisione in gruppi

16.00

Laboratori

20.00

Cena


Sabato

9.00

Laboratori

13.00

Pausa pranzo

15.00

Laboratori

20.00

Cena


Domenica

9.00

Esposizione dei prodotti dei laboratori
Divisione in sottogruppi e condivisione attraverso la presentazione dei lavori prodotti

13.00

Pausa pranzo
Saluti e partenza

I docenti

Fabio Brunelli
Antonella Castellini
Francesco Chesi
Alfia Lucia Fazzino
Elena Marangoni
Giancarlo Navarra
Gabriella Romano
Maria Gemma Gallino
Fabio Brunelli

Fabio Brunelli

Fabio Brunelli è un insegnante di scuola media in pensione. Da sempre s’interessa alla didattica della matematica, partecipando attivamente a corsi, seminari e convegni nazionali. E’ stato commissario nei concorsi a cattedre, docente in corsi abilitanti, formatore-aggiornatore dell’IRRSAE Toscana per la scuola dell’infanzia, scuola elementare e scuola media. Dal 2000 al 2010 è stato supervisore del tirocinio didattico nella SSIS della Toscana, sede di Firenze, dove ha tenuto un laboratorio di matematica per la classe d’abilitazione 59A, Scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali per la scuola media. Nel 2001 ha fatto parte della commissione del Ministero della Pubblica Istruzione per la riforma della scuola e della commissione dell’Unione Matematica Italiana per la redazione di un curricolo verticale di matematica per la scuola italiana.
Ha collaborato con INDIRE in diversi progetti per la scuola; in particolare è autore di materiali didattici on-line per il progetti nazionali M@t.abel e PQM, destinati ai docenti di matematica della scuola italiana.
Ha lavorato come esperto nel progetto MPI – INVALSI di aggiornamento sulla valutazione nelle quattro regioni obiettivo del sud Italia (Fondi Strutturali Europei PON 2007 – 2013, Piano di informazione e formazione sull’indagine OCSE-PISA e altre ricerche nazionali e internazionali) e nella Scuola Autori INVALSI a Dobbiaco (BZ).
Nel settembre 2015, in occasione del Congresso Nazionale dell’Unione Matematica Italiana nell’Università di Siena, gli è stato conferito il premio nazionale “Stefania Cotoneschi”: premio destinato a un docente che si sia distinto per la diffusione della educazione matematica tra i giovani e più in generale nella società o nella comunità scientifica.

Antonella Castellini

Antonella Castellini

Laureata in matematica nel 1980 presso Università degli studi di Siena, insegna nella scuola secondaria di primo grado. Si interessa di didattica della matematica e di formazione docenti. Dal 2006 tiene laboratori presso l’Officina matematica di Emma Castelnuovo. Ha svolto il ruolo di formatore e di tutor nei progetti nazionali m@t.abel e PQM con Indire. Ha conseguito due master in didattica della matematica. Ha ricoperto il ruolo di tutor coordinatore nel TFA per l’Università di Siena. Autrice per una rivista nazionale di didattica per la scuola primaria. Svolge attività di ricerca-azione anche a livello internazionale nell’ARMT. Coautrice di diverse pubblicazioni su esperienze didattiche. Ha svolto il ruolo di esperto per la costruzione di curricoli verticali in vari istituti e per un progetto triennale della Regione Toscana. Ha fatto parte del consiglio direttivo del GFMT per due mandati . Collabora con il CNIS per la formazione sulla didattica inclusiva.Vincitrice del premio UMI intitolato a S. Cotoneschi per docenti scuola secondaria di primo grado che si sono distinti per la diffusione dell’educazione matematica tra i giovani, puntando su nuove metodologie di insegnamento.

Francesco Chesi

Francesco Chesi

Insegnante di matematica e scienze alla secondaria di primo grado, si interessa di didattica della matematica e formazione docenti

Alfia Lucia Fazzino

Alfia Lucia Fazzino

Laureata in matematica. Insegna presso l’ Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi ( SI)
Ha conseguito un Master per Formatori in didattica della matematica. Coautrice di diversi articoli su esperienze didattiche. Da anni si interessa di didattica e di formazione dei docenti.
Dal 2007 tiene i laboratori per i docenti presso Officina matematica di Emma Castelnuovo. presso Casa Laboratorio Cenci.
Da anni svolge attività di ricerca – azione all’interno dei gruppi di lavoro dell’ RMT ( RallyMatematico Transalpino ) anche a livello internazionale

Elena Marangoni

Elena Marangoni

Docente di scuola primaria, specializzata nell’insegnmento ad alunni con difficoltà di apprendimento, da oltre 15 anni assegnata all’ambito matematico, anche come responsabile della formazione interna e di ambito. Da circa 8 anni a questa parte, interessata e coinvolta in progetti di ricerca, anche internazionale, quale membro dell’Associazione Rally Matematico Transalpino e del Progetto ArAl-Early Algebra.

Giancarlo Navarra

Giancarlo Navarra

Già docente presso la scuola secondaria di primo grado, nel 1986 entra nel Gruppo di Ricerca in Educazione Matematica diretto da N.A. Malara operante presso il Dipartimento di Matematica dell’università di Modena e Reggio Emilia, presso il quale dal 1994 al 1998 fruisce di un distacco con un progetto di ricerca sulla didattica dell’algebra. Dal 1984 svolge attività di ricerca, sperimentazione e formazione su vari temi quali: didattica della logica, trasformazioni geometriche, storia della matematica, didattica dell’informatica, matematica e arte, matematica e musica; dal 1993 si occupa di didattica dell’aritmetica e dell’algebra prevalentemente nell’ambito della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Interviene come relatore in convegni, seminari, ecc in ambito sia nazionale che internazionale; è autore di più di 100 pubblicazioni su riviste italiane e di altri paesi. Ha partecipato a gruppi di ricerca fra i quali: dal 1985 al 1999 al GIRP (Groupe International de Recherche en Pedagogie de la Mathematique fondato da Georges Papy); dal 1999 al 2003 al progetto europeo ELTMAPS (‘Effective Learning and Teaching of Mathematics from Primary to Secondary School’) diretto da Leo Rogers; dal 2005 al 2008 al progetto europeo PDTR (‘Professional Development of Teacher Researcher Methodology’) diretto da Bronislaw Czarnocha, supervisore John Mason; nel 2004 è stato chairman del Discussion Group 18 all’ICME 10 (International Congress on Mathematical Education) di Copenhagen. Dal 1998 cura con N.A. Malara gli aspetti scientifici del progetto ArAl di cui coordina a livello nazionale la struttura organizzativa e le sperimentazioni; amministra il sito www.progettoaral.it e il gruppo Progettoaral in FB.

Gabriella Romano

Gabriella Romano

Insegnante di scuola primaria da diversi anni, quasi sempre in ambito matematico. Interessata agli origami, ha acquisito la tecnica da autodidatta e la inserisce spesso nelle proposte didattiche di matematica e non solo.

Da circa una decina d’anni gestisce il blog personale Schoolmate dove racconta la quotidianità didattica

Maria Gemma Gallino

Maria Gemma Gallino

Maria Gemma Gallino è stata insegnante di Matematica e Osservazioni Scientifiche nella scuola secondaria di primo grado e poi nelle scuole secondarie superiori di Torino. È stata supervisore SISS presso l’Università di Torino e formatrice per il progetto M@t.abel. Ha collaborato per le 8 edizioni dell’Accademia della Matematica patrocinate dalla Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo. Ha fatto parte del gruppo organizzatore per l’allestimento della Stanza della Matematica del Museo “Xkè? Il laboratorio della curiosità” di Torino. Nell’ambito dell’Associazione Subalpina Mathesis e del Centro Scienza si è dedica ad attività didattiche e di formazione di studenti e docenti.

Ha tenuto corsi di formazione su didattica laboratoriale presso Istituti Comprensivi di Torino ed è stata relatrice in molti convegni di didattica della matematica. A novembre 2018 ha tenuto un laboratorio di Origami e Matematica a Roma, presso l’Università La Sapienza, nell’ambito del convegno “Insegnamento della matematica nella scuola primaria: esiste un metodo?” e ad aprile 2019 a Firenze, nell’ambito del Convegno “Origami e matematica”.

È l’ideatrice dello Stage di Matematica per studenti delle scuole superiori, che ininterrottamente dal 1995 si svolge ogni anno a Bardonecchia e che coinvolge ad oggi 1600 studenti e 150 docenti. Nel 2016 è stata insignita del “Premio Fubini per la Didattica della Matematica”.

È formatore di docenti sulla didattica laboratoriale con l’utilizzo del gioco e degli origami.

Informazioni e iscrizione

Clicca sul pulsante "Iscrizione" per accedere alla pagina del corso. Seleziona le tue preferenze per i laboratori che vorresti seguire e poi clicca sul comando "Aggiungi al carrello"

Verifica i prodotti nel carrello e clicca sul comando “Concludi l’ordine“. Compila tutti i campi seguendo le istruzioni a video

Se hai accesso alla piattaforma SOFIA iscriviti al corso utilizzando come chiave di ricerca l'ID 30951 e scegli tra le edizioni 44712 per la sede di Sulmona e la 44715 per la sede di Napoli

Clicca sul comando “Visualizza carrello” oppure seleziona l’icona del carrello che trovi in alto a destra.

Scegli uno dei metodi previsti per effettuare il pagamento:

Se hai scelto di pagare con bonifico o con carta del docente invia un'email a matematicare@sintab.it allegando copia del bonifico o copia del buono generato

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Ritorna al negozio

Contatti

SINTAB SRL

Ente di Formazione accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola

Sede: Sulmona (AQ) in Via Roma 15

Tel. 0864-212817

Email. matematicare@sintab.it

FAQ

A differenza del corso di Novembre/Dicembre 2018, non sono riuscita a trovare l’alloggio convenzionato. Avete deciso di operare diversamente?

Sul sito, in fase di iscrizione, abbiamo specificato che quest’anno non ci occuperemo direttamente degli alloggi.
Può quindi prenotare in autonomia.


Chiedo conferma della assegnazione al laboratorio da me indicato come prima scelta.

Come descritto ed evidenziato sul sito in fase di iscrizione N.B. Verrai inserito in uno dei due laboratori selezionati. Non è possibile scegliere il singolo laboratorio.
All’inizio del corso ognuno di voi saprà a quale laboratorio, tra i due selezionati, sarà stato inserito. Non è possibile prenotare i singoli laboratori, che sono equivalenti tra loro per valore e professionalità.
Diamo comunque la certezza che si sarà inseriti in uno dei due laboratori indicati.

Posso frequentare più laboratori nel corso dei tre giorni?

No, frequenterà lo stesso laboratorio dal venerdì pomeriggio alla domenica mattina. Domenica ci sarà la restituzione condivisa fra tutti i partecipanti, a rotazione, dei 4 laboratori. Ognuno avrà quindi l’opportunità di conoscere gli altri laboratori, dall’idea iniziale al prodotto finale.